Presentati a Milano i Diversity Media Awards 2016

Stamattina, nella Sala Alessi di Palazzo Marino a Milano, si è svolta la conferenza stampa di presentazione dei Diversity Media Awards 2016, organizzati dall’associazione Diversity per premiare i prodotti mediali italiani (TV, radio, stampa e pubblicità) che nel corso del 2015 si sono distinti nel rappresentare in modo attento e rispettoso le persone gay, lesbiche, bisessuali e transessuali.

Accettando l’invito di Francesca Vecchioni  – fondatrice di Diversity e autrice per Mondadori di T’innamorerai senza pensare, recentemente presentato al Centro Iniziativa Gay di Milano – GayStatale ha partecipato all’evento, patrocinato dai Comuni di Roma e Milano e dalla Commissione Europea.

Dopo i saluti istituzionali di Pierfrancesco Majorino, assessore alle Politiche Sociali del Comune di Milano, Francesca Vecchioni ha introdotto il progetto di ricerca alla base dei Diversity Media Awards, ossia il Diversity Media Report: attuato grazie alla collaborazione con due istituti di ricerca e analisi della comunicazione (l’Osservatorio di Pavia e 2B Research), esso si è concentrato sulla valutazione dei temi LGBT all’interno dei media italiani. L’attenzione dei ricercatori si è concentrata in particolare sui principali notiziari dal 2005 al 2015 e sui prodotti mediali (trasmissioni TV e radio, film e serie, spot) risalenti all’anno appena trascorso.

Come spiegato durante la conferenza – cui hanno preso parte anche Tiziana Vettor, direttrice del Centro Interdipartimentale per gli Studi di Genere dell’Università di Milano-Bicocca, e le due responsabili ricerca del Diversity Media Report, Monia Azzalini e Maria Luisa Bionda – gli argomenti LGBT appaiono ancora marginali nell’agenda dei TG italiani (unioni civili e matrimonio, episodi di discriminazione e fatti di cronaca nera): l’analisi evidenzia però un trend in crescita, dovuto soprattutto al recente dibattito sulle unioni civili. Per quanto riguarda l’intrattenimento, invece, il Diversity Media Report ha evidenziato nel cinema e nella fiction italiana una trattazione qualitativamente positiva del tema LGBT (sebbene ancora poco significativa dal punto di vista quantitativo); proprio i risultati del progetto hanno portato alle nomination per i Diversity Media Awards 2016, che si terranno in maggio a Roma seguendo l’esempio dei premi annuali organizzati negli Stati Uniti dalla GLAAD (Gay & Lesbian Alliance Against Defamation Awards).

La conferenza si è conclusa con l’annuncio delle nomination da parte del direttore artistico Fabio Canino: esse comprendono le categorie cinema, radio, pubblicità, TV (al cui interno trovano posto anche le migliori serie straniere trasmesse in Italia), web e people. Quest’ultima intende premiare il personaggio pubblico italiano che meglio si è distinto nel rappresentare una corretta visione del mondo LGBT.

 

CINEMA – Miglior Film Italiano

Io e lei (Produzione Indigo Films)

Né Giulietta né Romeo (Produzione Pigra)

Vergine Giurata (Vivo Film e Colorado Film)

 

RADIO – Miglior Programma

Caterpillar AM – Radio2

Lateral – Radio Capital

Pinocchio – Radio Deejay

 

PUBBLICITÀ – Miglior Campagna

Buone Feste dalla famiglia Frozen – Disney Junior

Microonde e gustose sorprese – Findus (Havas Worldwide)

Milioni di passioni – Tim Vision (Leagas Delaney)

 

TV – Miglior Serie Italiana

È arrivata la felicità – Rai Uno (Produzione Publispei)

Ragion di Stato – Rai Uno (Produzione Rai Fiction e Cattleya)

Un posto al sole – Rai Tre (Produzione FremantleMedia Italia e Rai Fiction)

 

TV – Miglior Serie Straniera

Beautiful – Canale 5

Faking it – MTV Next e MTV8

Grey’s Anatomy – La7 e Fox Life

 

TV – Miglior Programma

Che tempo che fa – Rai Tre

Italia’s Got Talent – Sky Uno

Pechino Express – Rai Due

Sconosciuti – Rai Tre

Vite Divergenti – Real Time

 

WEB – Miglior Produzione Video

10percento Badhole Video

Fuori!

The Jackal

 

PEOPLE – Personaggio dell’anno

Barbara d’Urso

Daria Bignardi

Fedez

Laura Pausini

Mika

Tiziano Ferro

 

Per maggiori informazioni:

https://www.facebook.com/diversitylab.it/

http://www.diversitylab.it/sito/

Sharing is caring!

Written by:

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.