Un’ora d’ipocrisia

Se a qualcuno di voi fosse sfuggito, il DDL Cirinnà, spesso osteggiato dalle stesse persone LGBT+ a causa della scarsa audacia dei suoi propositi, non è necessariamente applaudito neanche da chi conta se stesso tra le fila dei fedeli della Chiesa Cattolica. Ovviamente, per i motivi opposti.

 

Fino a qui nulla di nuovo, suppongo.

C’è chi, tuttavia, ha deciso che alla legislazione serva una spintarella divina e, rosario alla mano, si appresta ad iniziare quella che ha tutte le intenzioni di definirsi una crociata spirituale, combattuta con “l’arma più potente”: la preghiera. Cotta di maglia e alabarda sono apparentemente passate di moda. Peccato, erano molto più badass.

 

L’iniziativa si chiama “Un’ora di Guardia” (www.unoradiguardia.it), e punta a raccogliere volontari per poter organizzare una preghiera non-stop, modello staffetta 4×400, fino alla fine della discussione del DDL, con lo scopo di persuadere quel buontempone dalla barba bianca (no, non quello che gira in slitta) a far pendere l’ago della bilancia dalla propria parte.

 

Guai a chi li accusasse di omofobia, però! Gli organizzatori, infatti, ci tengono a sottolineare che loro non odiano le coppie same-sex, perché la battaglia non è mossa contro le “creature fatte di sangue e di carne” ma contro “gli spiriti del male che abitano nelle regioni celesti” (qui per le necessarie delucidazioni), come affermano prendendo in prestito la lettera agli Efesini di S.Paolo (personalmente trovo Romani 1,28-32 molto più trasparente, ma forse sono prevenuto io).

 

Così, è evidente che il super-preghierone non è per lanciare il malocchio alle persone LGBT+, ma per allontanare Lucifero, il quale, oltre ad essere grande fan di Lady Gaga, è chiaramente il burattinaio dietro a Cirinnà, Renzi, Obama & co.

Dobbiamo essere riconoscenti, quindi, cari queers; i cattolici pregano anche per noi! Proprio lì, tra tutte le figure che i partecipanti affidano a Maria, ci siamo noi: “le persone con ferite legate all’orientamento sessuale e dell’identità”!!

Dev’essere difficile dire “pervertiti” senza dire “pervertiti”, ma apprezziamo comunque lo sforzo.

 

 

P.S. Tanto lo sappiamo perché Dio ci vuole all’inferno: Satana è single.

 

satan

Sharing is caring!

Written by:

2 Comments

  1. LauraTrueBlue
    19 gennaio 2016

    marco, diventa lesbica e sposami

  2. Marco
    20 gennaio 2016

    Se lasci scegliere a me colori e fiori per la cerimonia, considerami giá tua.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.